• Fork & Spoon......

    *

    C'era una volta una forchetta molto lucida,
    con i denti d'argento.
     Tutti l'ammiravano, e la volevano in sposa.
    Arrivò il cavatappi, e facendo un giro di danza girondina, disse:
     - Bella forchetta lucente, guardami un po':
    io giro, prillo, tiro, strappo e stappo!
    Non sono un tipo bello e interessante?
     Sposami, forchetta, e stapperemo insieme una bottiglia di spumante!
     La forchetta rispose: - Bello mio, tu stappi, stappi: ma non m'acchiappi!
    E il cavatappi, deluso,
    se ne andò nel cassetto.
     Ed ecco il coltello, lama luccicante ed affilata, che si fece avanti
    e mostrandosi di qua e di là, disse:
    - Forchetta deliziosa, guardami un po'!
    Io taglio, sego, spello, buco,
    divido e spartisco!
     Se mi sposi, sarò come una spada
    al tuo fianco!
    E la forchetta: - Bello mio, tu tagli, tagli:
    ma non mi pigli!
     E il coltello se ne andò al suo posto
    nel cassetto.
    Arriva il cucchiaio... piano piano...
    col suo testone tondo e dice:
     - Eccomi qua...cara forchetta:
    non ti senti un po' sola?
    Io ho un bel posto nel cassetto
    con uno spazio vuoto...
    Vuoi venire a stare con me?
    La forchetta lo guardò: ed ecco che
    guardandolo non vide solo lui,
    ma la propria immagine,
     perché anche il cucchiaio era ben pulito,
    lucido come uno specchio:
    però non si vide com'era, ma a testa in giù,
     perché se ci si guarda nella parte concava di un cucchiaio, succede così.
     La forchetta si mise a ridere, poi girò dall'altra parte e si specchiò:
     e si vide grassa grassa, perché chi si specchia nella parte convessa di un cucchiaio, si vede così.
     Allora la forchetta rise forte, e disse:
    - Non ti sposo per la casa o per le lire, ma perché mi fai divertire!
     Così forchetta e cucchiaio diventarono le posate sposate,
    e abitarono nel cassetto: lui in una stanza e lei nell'altra per stare più comodi.
    Però... spesso...stavano vicini e giocavano insieme,
    e facevano il bagno nella vasca del lavandino,
    insieme alle altre amiche posate, nella schiuma profumata.

    E sospiravano tanto, ma così tanto, che il detersivo, attorno, faceva grandissime bolle.

    *

    « Eterno moto......Invecchiare insieme..... »

  • Commentaires

    Aucun commentaire pour le moment

    Suivre le flux RSS des commentaires


    Ajouter un commentaire

    Nom / Pseudo :

    E-mail (facultatif) :

    Site Web (facultatif) :

    Commentaire :